In che modo il corpo si regola?

Sappiamo molto di più sulla fame che sull’appetito. Possiamo descrivere quali sono i suoi effetti, ma sappiamo solo in parte come si sviluppa esattamente e da cosa è influenzato. Se ne è occupato anche un team di ricercatori londinesi che hanno effettuato esperimenti con persone in sovrappeso. Nel corso di questo studio sono stati applicati sulla pelle di 200 persone in sovrappeso braccialetti profumati con aroma di vaniglia. La vaniglia è ritenuta uno stimolante dell’appetito. Un altro gruppo di persone ha ricevuto un braccialetto senza principio attivo con aroma di limone.

La cosa interessante, che il gruppo con il cerotto alla vaniglia ha mostrato un appetito per i dolci di gran lunga inferiore rispetto a quello del gruppo di controllo. Si pensa che l’aroma di vaniglia contribuisca alla produzione della serotonina, l’ormone della felicità. Questo sarebbe una spiegazione del perché l’appetito di dolci delle persone che hanno partecipato allo studio sia stato ridotto dall’aroma di vaniglia.

Non Mangiamo per fame, ma di piacere

Non è ancora stato analizzato scientificamente quanto spesso mangiamo solo per appetito, frustrazione o noia. L’uomo moderno solo raramente mangia per soddisfare la sensazione di fame. La pubblicità ha spesso lo scopo di stimolare il nostro appetito per determinati prodotti dall’aspetto allettante. La sazietà non è più l’aspetto prioritario, si pensa principalmente al piacere! Il criterio fondamentale che ci porta a scegliere il cibo non è più il valore nutrizionale, la maggior parte delle persone non considera minimamente l’apporto nutrizionale.

Mangiamo per soddisfare la fame

Per calmare la fame bisogna mangiare. L’appetito invece ci spinge a scegliere determinati alimenti. Se abbiamo voglia di dolce introduciamo nell’organismo carboidrati anziché i nutrienti indispensabili per il buon funzionamento del nostro corpo. Il centro della regolazione dell’appetito si trova nel sistema limbico, ci fa credere che la nostra sensazione di fame sia reale e ci spinge a calmarla con cioccolato, patatine o merendine. In questo modo spesso mangiamo veramente più di quanto richieda la fame. Uno dei fattori scatenanti della fame sono i picchi glicemici, ma esistono rimedi naturali che possono regolarizzare questi picchi, come il Ganoderma Lucidum(Reshi) un fungo miracoloso e Preziosissimo, infatti se ne trova 1 ogni 1000 alberi di Quercia, Pioppo, castagno e altri alberi a foglia larga.

Controllo del peso

Per regolare il nostro appetito e quindi per riuscire a controllare meglio il peso dobbiamo considerare maggiormente il nostro organismo. Tutti gli stimoli che riceviamo, primi fra tutti quelli della pubblicità, influenzano il nostro comportamento alimentare. Liberarsi da questi condizionamenti non è per niente facile. Con un ricco buffet davanti agli occhi è difficile riuscire a tenere a bada l’appetito! D’altra parte, nessuna dieta andrà a buon fine rinunciando a tutto ciò che stimola l’appetito. Poiché i farmaci che tolgono lo stimolo dell’appetito, gli anoressizzanti, alla lunga risultano dannosi, consiglio, sulla base della mia esperienza, di modificare passo passo le abitudini alimentari e di stimolare il metabolismo dei grassi facendo più attività fisica e/o assumendo specifici integratori alimentari.

Commenti

commenti